Promozione: il Cus Pavia c’è

News Sezione on 29 Jan , 2018

Savona Rugby – Cus Pavia 12-41

Sei Nazioni in arrivo e Cus Pavia che può essere soddisfatto di questo avvio di poule promozione: due vittorie su due e nove punti raccolti su dieci disponibili, ottimi risultati che lasciano un margine di miglioramento per cui lavorare nelle settimane degli impegni azzurri.

Negli scontri precedenti il Savona era stata una delle squadre più in grado di impensierire i pavesi e far passar loro delle giornate impegnative; questa volta i gialloblu riescono invece ad esprimersi al meglio, nonché ad un livello che si addice alle loro ormai dichiarate ambizioni.

I ragazzi di Cozzi riescono a sfruttare i propri punti di forza: nonostante un campo pesante quasi oltre il sopportabile, conducono una partita di alto ritmo in attacco e di buona intensità in difesa, tenendosi in testa dall’inizio fino al fischio finale dell’arbitro.

Pronti via e Murer fulmina tutti con un raccogli e vai furtivo che vale il 7-0, allunga il Attye con una prodezza ad una zampa di pantera in tuffo e il Cus è oltre il break. Savona reagisce e si sblocca grazie ad un carretto da rimessa laterale. Prima della fine del primo tempo è ancora Murer, quattro mete in due visite ai liguri, a finalizzare la corsa dei suoi trequarti nella marcatura del 5-19.

Subito all’inizio della ripresa i gialloblu sbrigano la pratica bonus e segnano con il fauno la loro quarta meta, prima di complicarsi la vita con una serie di falli e concedere al Savona la seconda meta. Una fase di gioco di quasi dieci minuti vede la compagine lombarda faticare nel difendere gli ultimi centimetri prima della propria meta, i bianco rossi insistono e la linea ospite va in apnea: prima due gialli sventolati in faccia a Murer e Corbascio, poi la meta ligure del 12-26.

Il carattere dei pavesi non viene meno e si esalta in questo frangente: infatti il tabellino dei padroni di casa non si muove ulteriormente, mentre ad andare in meta è il nuovo entrato Gobbo, mattatore del Genova, che si conferma in vena realizzativa firmando la quinta meta di marca gialloblu. I titoli di coda scendono su una carrettata esaltante del pack guidato da Zambianchi, che vale la meta tecnica: 12-41.

Complessivamente il Cus Pavia gioca la partita giusta, conferma un buon equilibrio tra i reparti e gestisce il maggior possesso, ritrovando il controllo del match dopo 80’ di difesa e “contropiede” con il Genova. Possiamo perciò dire che quella di Cozzi è una squadra che sa interpretare entrambi i ruoli, sa soffrire e da importanti segni di continuità nell’arco dell’intera prestazione.

Bisogna sicuramente riflettere sui tre cartellini gialli incassati, per farsi trovare più preparati e lucidi al prossimo momento di pressione asfissiante. Ora si riparte con serenità e senza fretta, in vista di una sfida in vetta con l’Ivrea, squadra che comanda la classifica a punteggio pieno ed ospiterà i nostri il 18 febbraio.

Tabellino

11’ Murer meta, Domenighini tr; 18’ Attye meta, Domenighini tr; 27’ Ademi meta; 33’ Murer meta; 51’ Domenighini meta, Domenighini tr; 60’ Santini meta, Costantino tr; 67’ Domenighini cp; 74’ Gobbo meta; 80’ Meta tecnica Pavia.

Formazioni

Savona: Serra, Bernat, Francieri, Scorzoni, Ermellino L, Costantino, Ermellino R, Minuto, Amato, Guida, Ademi, Baccino, Shehu, Santini, Bacino. Tripodi, Lanza, Bernat, Ermellino S.  All. Pischedda

CusPavia: Murer, Casali, Domenighini, Nicolato F, Attye, Marconi, Giglio, Onuigbo, Gioia, Corbascio, Garbarini, Savini, Zambianchi (C), Capizzi, Mazza. Tavaroli, Fietta, Gobbo, Negri, Facchino, Nicolato E, Zucchetti. All. Cozzi

 

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmailGoogle GmailPrintFriendlyShare