Il Cus Pavia riagguanta il secondo posto!

News Sezione on 22 Oct , 2017

Grazie ad una prestazione eccellente sul terreno di casa contro il Rugby Cogoleto, il Cus Pavia Rugby si riporta in seconda posizione in classifica dietro all’Amatori Genova, unica compagine del girone ancora a punteggio pieno.

Il Cus si è imposto sugli avversari, che da inizio stagione denunciano evidenti difficoltà, con il roboante punteggio di 114-17, conquistando così i 4 punti della vittoria, più 1 di bonus, scattato alla quarta meta.

Per la classifica aggiornata, clicca qui.

Tabellino

Mete: Pavia – Domenighini 6, Facchino 2, Conte 2, Crevani 2, Nicolato F, Nicolato E, Tavaroli, Ragione, Garbarini, Gioia. Cogoleto – Gambirasio, Tricoli, Perata.

Trasformazioni: Domenighini 12/18, Rossi 1/3

Formazioni

Savona: Gambirasio, Galbiati, Giordano, Tricoli, Tomesani, Rossi, Poggio, Barera, Paravidino, Vallarino, Burattini, Grondona, Visone, Zunino, Celauro. Perata, Lizzi. All. Rovere

CusPavia: Nicolato E, Crevani, Domenighini, Ragione, Casali, Marconi, Nicolato F, Facchino, Blasigh, Bianchi, Garbarini, Savini, Tavaroli, Fietta (C), Mazza. Negri, Gobbo, Conte, Gioia, Capizzi, Corbascio. All. Cozzi

Resoconto della partita

Per la quarta giornata di Serie C, giunge al Cravino la formazione ligure del Cogoleto: una squadra in estrema difficoltà, che ha per ora raccolto solo sconfitte e grandi passivi, senza mai riuscire a muovere la propria classifica. A loro va però riconosciuta la voglia di mettersi al servizio di una maglia che merita di essere onorata, anche se priva di grandi prospettive in questa stagione.

Gli sconfitti vedono il loro impegno premiato nel secondo tempo, quando trovano ben tre mete; oltre al già citato orgoglio degli ospiti però, bisogna anche tenere conto di un calo di agonismo e attenzione da parte dei pavesi, già ampiamente sicuri di una vittoria con bonus e colpevoli di disattenzione nell’occasione delle marcature in questione. Errore comprensibile, ma non giustificabile, semplicemente data la poca mole di lavoro difensivo che i padroni di casa hanno dovuto sostenere in questa domenica.

Tornando invece a ciò che è stato il filo conduttore dell’incontro, ovvero le percussioni dei gialloblu, possiamo identificare i meriti di una così schiacciante vittoria in due aspetti fondamentali: strapotenza fisica e ottime linee di corsa. Il CUS sfrutta con cinismo la poca attitudine al contatto degli avversari e rompe molti placcaggi, guadagnando spesso la linea del vantaggio; riesce ad imporre, soprattutto nei primi 40’ il proprio ritmo altissimo e si adopera nel tentativo di migliorare i meccanismi utili a verticalizzare il gioco, come chiesto dall’allenatore Cozzi dopo la sconfitta di Genova.

Il primo tempo si conclude 10 mete a 0, il secondo, come detto, registra minore concentrazione da parte dei giocatori di casa che vedono capitolare la propria meta in tre occasioni, ma rispondono con altre otto marcature. Il frangente che forse ha più creato scompiglio nelle fila gialloblu è stato il calcetto a seguire, soluzione spesso cercata dal Cogoleto e che si ritrova in tutte le azioni di difficoltà del Pavia; una situazione non allenata e che merita qualche aggiustamento.

(Testi di Tommaso Marconi – Foto di Gloria Zaninetti)

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmailGoogle GmailPrintFriendlyShare